News dal mondo fbf

Post by Francesca Puliti On 16 Marzo 2016 In Fbf news

E’ nato prima il ciclo o la ciclabile?

Una metropoli a misura di due ruote è possibile, anche senza percorsi riservati ai ciclisti. Un blogger giapponese ci spiega perché dovremmo smettere di lamentarci della carenza di piste ciclabili e inforcare la bici.

Dieci chilometri scarsi di piste ciclabili per una metropoli da 15 milioni di abitanti: eppure a Tokyo il 14% degli spostamenti avviene in bici. Un video girato nella capitale del Giappone ci dimostra come non necessariamente dobbiamo attendere l’intervento pubblico per rendere le nostre città più bike friendly.

Secondo il blogger Byron Kidd intervistato nel video “The Gaman Spirit”, il merito andrebbe allo spirito zen, che rende particolarmente inclini all’adattamento i ciclisti nipponici. Ma anche pedoni e automobilisti, che non irrompono a suon di improperi quando le bici invadono il loro territorio.

Un modello di convivenza pacifica che potremmo provare a riprodurre in Italia. Importando una buona dose di Gaman Spirit. 
Letto 588 volte Ultima modifica il Mercoledì, 16 Marzo 2016 10:11
Sei qui: Home News E’ nato prima il ciclo o la ciclabile?